FOCACCINE VEGETARIANE

Come ricetta per il mese di maggio l’Istituto Confucio propone queste focaccine, facili da preparare e molto gustose. Ecco una nuova ricetta per chi ama sperimentare piatti e procedimenti di altri Paesi e culture. Queste focaccine vegetariane si possono mangiare così come sono, meglio se ancora tiepide, oppure farcite a piacere. Un consiglio colto al volo è quello di gustarle condite con salsa di soia.

 

 

Pare anche che un abbinamento riuscito sia quello con la panna acida. Suggeriamo per l’eventuale ripieno: carote, cavolo cappuccio e funghi Shiitake secchi reidratati per circa un’ora in acqua calda. Questi funghi, sodi e carnosi, hanno numerose proprietà salutistiche, inclusa la capacità di ridurre il colesterolo “cattivo”. Attualmente si coltivano anche in Italia, per esempio in alcune aziende agricole piemontesi o venete.

 

Focaccine con cipollotto, sale e pepe

椒盐葱花发面饼 jiāoyán cōnghuā fāmiànbǐng

 

Ingredienti

– 200 g di farina 00

– 115 ml di acqua tiepida

– 2 g di lievito di birra secco

– sale

– pepe

– cipollotto tritato

– pochissimo olio

 

Procedimento

Preparate l’impasto lievitato (vedi il procedimento “Impasto lievitato” su www.istitutoconfucio.unimi.it). Poggiatelo su una spianatoia, dividetelo in 3 pezzi e con ognuno di essi formate una pallina. Con un mattarello stendete delle sfoglie rettangolari sottili, dello spessore di 3 millimetri. Con un pennello ungete la sfoglia e cospargetela uniformemente con sale, pepe e cipollotto.

 

 

Partendo da sinistra, richiudete la sfoglia come per formare un ventaglio.

 

 

Arrotolate l’impasto ottenuto: prendetelo alle due estremità e avvolgetele nei due sensi opposti, formando un torciglione.

 

 

Arrotolate il torciglione su sé stesso formando una focaccina rotonda e schiacciatela leggermente fino a raggiungere uno spessore di mezzo centimetro.

 

 

Coprite le focaccine con un panno umido e fatele riposare per 20 minuti. Versate un filo d’olio in una padella antiaderente e scaldate a fiamma bassa. Adagiate le focaccine e fatele cuocere fino a quando saranno dorate su entrambi i lati.

 

Istituto Confucio dell’Università degli Studi di Milano

www.istitutoconfucio.unimi.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *