LA ZUCCA, UN ORTAGGIO “SBAGLIATO”