RED MOON

Avete assaggiato la mela con la polpa naturalmente rossa? Per farvela conoscere meglio ne abbiamo parlato con il responsabile marketing Jürgen Braun. Red Moon nasce in Francia dalla testa e dalle mani di Jean-Luc Carrieres, che coltiva con grande passione l’inbreeding (incroci ripetuti delle piante, ndr). In un viaggio nei paesi asiatici (presunta origine delle mele) raccoglie i semi di antiche varietà a polpa rossa e li porta in Francia dove crea la mela Red Moon.

 

 

 

 

La colorazione, d’intensità variabile, è dovuta agli antociani (pigmenti rossi con azione antiossidante) e si mantiene anche in cottura. Può variare dal rosso chiaro a un colore decisamente intenso. Oggi in Italia è coltivata da aziende ortofrutticole altamente specializzate in Trentino-Alto Adige e in Veneto.

 

Cosa rende questa mela speciale? L’ovvia risposta è la sua scenografica polpa rossa, grazie alla quale è la preferita di influencer e food blogger. La presenza degli antociani la riempie di antiossidanti, collocandola nella categoria dei superfood. Speciale ma non a tutti gradita per via del suo sapore particolare: leggermente dolce e piacevolmente acidulo con sentori di piccoli frutti rossi e melograno. L’azienda per ora ha deciso di distribuirla come prodotto di nicchia presso piccoli fruttivendoli che possano spiegarne le caratteristiche al consumatore.

 

Ma dal punto di vista agricolo il grande pregio di questa mela è la sua resistenza alla ticchiolatura (malattia fungina difficile da debellare) e la conseguente minor necessità di trattamenti. I frutticoltori sono invitati ad attenersi a sistemi di coltivazione più naturali possibile. Questo non solo abbassa il costo di produzione, ma crea meno danni all’ambiente.

 

La sostenibilità è molto importante per l’azienda Red Moon. Oltre all’utilizzo di solo cartone riciclato e riciclabile per le confezioni che proteggono le preziose mele durante il trasporto, è stata creata un’ottima bevanda per evitare di sprecare le mele imperfette, non idonee al consumo fresco. La bibita, Red Moon Sparkling, è ottenuta dal succo di mela estratto a freddo (così mantiene il suo colore rosso vivace), pastorizzato e arricchito solo di anidride carbonica.

 

Il risultato è sano e rinfrescante, ideale come aperitivo analcolico. Braun lo descrive come un prodotto di tendenza, soprattutto servito fresco in un bel bicchiere da vino decorato con una fettina di mela oppure qualche rametto di erbe aromatiche. È molto apprezzato in questo periodo in cui tanti per scelta non bevono alcol.

 

Emilia Fajthova

emilia.fajthova@gmail.com