OSCAR… ALLA SOSTENIBILITÀ

Da 63 anni in Italia viene attribuito uno speciale “premio Oscar” per l’Imballaggio. Quest’anno protagonista principale è stata la sostenibilità, con la premiazione di Nature Fresh, la prima pellicola per alimenti compostabile, di cui CiBi vi aveva già raccontato a marzo. Ora, insieme a Stefano Mele, CEO del Gruppo Fabbri, parliamo del premio e delle altre innovazioni in sviluppo.

 

 

 

 

Complimenti per l’aggiudicazione: ci spiega di che cosa si tratta?

 

L’Oscar dell’Imballaggio, ribattezzato “Best Packaging” nel 2017, è un concorso annuale promosso dal 1957 dall’Istituto Italiano Imballaggio. è un premio molto prestigioso, a cui abbiamo fermamente voluto partecipare, convinti che la nostra soluzione avesse le prerogative per vincere. E in effetti siamo stati premiati per la Miglior Innovazione Tecnologica, con la combinazione delle avvolgitrici Automac NF a elevata produttività e funzionamento ibrido, ossia in grado di gestire ogni tipo di film (PVC, PE, biobased, compostabile), e Nature Fresh, la prima pellicola per confezionamento automatico e manuale a livello globale certificata compostabile.

 

 

Nature Fresh è già utilizzato da Esselunga: con quali altre insegne avete accordi?

 

Siamo in fase di test avanzato con diverse catene medie e grandi della GDO italiana ed estera su applicazioni per frutta, verdura e carne. Nel settore ortofrutta, Rivoira (azienda italiana produttrice di gas per il settore alimentare, ndr) ci ha scelti per il progetto “Rivoira Zero”. Per la stagione delle mele stiamo lavorando con altri clienti, anche in Francia. Inoltre siamo presenti in UK, soprattutto nel settore carne, dove Westaway Sausages, produttore internazionale di salsicce, ci ha già fatto vari ordini e ha intrapreso una campagna su scala nazionale per la promozione del packaging compostabile. E poi siamo in Austria, nel settore Ho.Re.Ca.

 

 

Quando potremo acquistare Nature Fresh per uso domestico? 


La prima bobina da 10 m a uso domestico è appena apparsa sugli scaffali della GDO nel Nord-Est Italia e contiamo in uno sviluppo futuro. In UK siamo prossimi al lancio, sia nella GDO che su Amazon. Ma abbiamo anche altri progetti, che speriamo vedano presto la luce, in Spagna e Polonia.

 

 

Ci anticipa qualche altra innovazione?

 

Una fra le soluzioni più versatili è Magic 2.0, la macchina in grado di gestire diverse tipologie di vassoi senza necessità di cambio stampo. Anche Trio, la termosigillatrice manuale compatta con 3 stampi a bordo macchina, è molto apprezzata. Stiamo poi sviluppando dei nuovi film barriera di prossimo lancio e lavorando a pellicole più sostenibili per la termosigillatura.

 

Anna Francioni

anna.francioni@cibiexpo.it