NON CHIAMATELA CENTRIFUGA

[vc_row][vc_column][vc_column_text]

I centrifugati di frutta e verdura sono dei toccasana per rigenerare l’organismo. Per poterli preparare in casa serve l’elettrodomestico giusto e noi abbiamo chiesto consiglio agli esperti di Coeco Elettrodomestici. L’estrattore di succo è un’evoluzione della centrifuga. La differenza è che l’estrazione viene fatta grazie a una coclea in plastica, cioè una vite senza fine che gira molto lentamente e preme gli ingredienti contro un filtro. Il succo viene separato fino all’ultima goccia dalla polpa, che non è sminuzzata da lame. Per non surriscaldare il prodotto, la macchina dovrebbe fare dai 40 agli 80 giri al minuto.

 

 

centrifugati

 

 

Il tempo di estrazione diventa più lungo?

 

No, quello che può variare è il tempo di preparazione. In una centrifuga standard s’inseriscono frutta e ortaggi puliti e quasi interi e questo può essere un vantaggio. Negli estrattori di succo si devono tagliare gli alimenti in pezzi piccoli ma si può lasciare la buccia. Il tempo di estrazione è uguale perché la coclea, se parliamo di un buon prodotto, è costruita con un materiale durissimo.

 

 

Dal punto di vista del consumo energetico?

 

I migliori estrattori hanno un consumo basso, circa 150 Watt. Hanno motore a induzione senza spazzole. Gli estrattori di primo prezzo hanno il motore con le spazzole, surriscaldano e non possono avere un uso continuativo. Consumano intorno ai 400 Watt.

 

 

Quali sono le fasce di prezzo?

 

Nell’ambito domestico si va dai 100 ai 600 Euro. Dai 300 Euro in su parliamo di prodotti di qualità, costruiti in Corea con plastiche certificate BPA Free (non contengono sostanze tossiche). Hanno  quasi tutti il motore a induzione e riescono a premere qualsiasi alimento senza problemi. Quelli più economici, inferiori a 300 Euro, sono in genere prodotti Made in China. La maggior parte ha motore a spazzole e plastiche non certificate.

Chiara Porati

 

 

Qualche idea in più? Ecco GLI SPUNTI di CiBi

Il succo verde

Ingredienti: 1 kiwi, 1 pera, 1 broccolo, 1-2 gambi di sedano, una fetta di limone.

 

 

Come utilizzare gli scarti

La polpa che viene “scartata” si può utilizzare per aromatizzare lo yogurt, oppure per fare un dolce: pancakes, torte di frutta, muffins. Buona anche per un soffritto, un dado vegetale o addirittura il concime per le piante. Non si butta via niente.

 

 

Latte vegetale

Con i migliori estrattori si possono anche fare dei latti vegetali, come il latte di mandorla.

 

 

I broccoli per i bambini

Alcune verdure fanno molto bene anche da crude, come i broccoli. Ma chi li mangerebbe? Centrifugati e abbinati alla frutta sono molto piacevoli anche per i bambini.

 

 

[/vc_column_text][/vc_column][vc_column width=”1/6″][/vc_column][/vc_row]

 

Iscriviti alla nostra newsletter e resta aggiornato
sul mondo del cibo.