MONDO ASINO

Ci troviamo in Val Brembana, per la precisione nel comune di Olmo al Brembo, a una cinquantina di chilometri da Bergamo. Mondo Asino è una piccola azienda a conduzione familiare che ha saputo vedere oltre. Partendo dal principio che il latte d’asina, oltre a essere buonissimo, fa anche molto bene alla salute, ha reso questo ingrediente protagonista di prodotti caseari ma anche di cosmetici naturali e bio. Con energia, trasporto e travolgente passione.

 

 

 

 

 

Chiediamo a Leonardo, giovane anima dell’azienda, di raccontarci qualcosa in più…

 

 

La vostra produzione si concentra sul latte d’asina. Da dove è nato questo interesse?

 

Il latte d’asina non è mai stato utilizzato in Val Brembana prima di noi. La nostra attività è iniziata un po’ per caso… Mio nonno aveva delle mucche, ma con il tempo sentiva il lavoro sempre più faticoso e così decise di smettere. Il pascolo di famiglia però era rimasto vuoto. E così tutti insieme abbiamo deciso di prendere qualche asinello, inizialmente proprio per la pulizia del pascolo: gli asini sono animali rustici, ottimi per tenere puliti i terreni e senza troppe esigenze. Per noi erano animali nuovi; ci siamo informati passo passo e abbiamo scoperto tantissime loro caratteristiche tra cui le importanti proprietà del latte.

 

Inoltre, io da piccolo avevo le piastrine molto basse e il dottore mi consigliò di bere proprio il latte d’asina in quanto ricco di immunoglobuline. Iniziammo a mungere a mano per usarlo in famiglia e, successivamente, ci venne l’idea di dare anche ad altre persone la possibilità di utilizzarlo. Così è nato definitivamente Mondo Asino.

 

 

Le caratteristiche della Valle Brembana sono quelle di una natura incontaminata. Come riuscite a coniugare l’attenzione a questo microclima con la vostra produzione? In che modo agite per il rispetto degli animali e del loro benessere?

 

L’impegno per il territorio e la tutela del benessere degli asini sono strettamente connessi.

L’azienda, oltre alla produzione di latte d’asina e derivati, promuove progetti di pulizia e di mantenimento del territorio e dei pascoli montani. La nostra Valle diversi anni fa viveva quasi unicamente di agricoltura ma, con l’arrivo dell’industria, un po’ alla volta il lavoro è cambiato: le aziende agricole sono diminuite e i pascoli sono stati abbandonati.

 

Gli asini mangiano un po’ di tutto, anche rovi e spini, e così si prestano molto bene – e in modo del tutto naturale – al recupero e al mantenimento dei terreni. Nello stesso tempo hanno la possibilità di vivere liberi nella natura incontaminata delle nostre montagne, alimentandosi in modo sano. Non diamo loro alcun tipo di mangime specifico, ma solo erba e fieno della zona. Da qui il loro benessere e di conseguenza la qualità del latte d’asina e dei prodotti derivati.

 

 

Quali sono i maggiori vantaggi del latte d’asina per la salute? Si addice anche ai più piccoli?

 

Il latte d’asina è il più simile a quello materno. È ideale per i bambini piccoli, per le mamme che ne hanno poco come sostitutivo di quello artificiale e per chi ha problematiche di intolleranze e allergie ad altre tipologie di latte. È ricco di omega-3, omega-6 e calcio, perfetto anche per le persone più anziane in quanto utile per rafforzare il sistema immunitario. Non dimentichiamo che è anche povero di grassi e proteine.

 

 

Avete una produzione veramente ampia e originale. Qual è il vostro prodotto di punta?

 

Abbiamo una produzione molto diversificata sia per i prodotti alimentari – come formaggi, biscotti, liquori – sia nella linea cosmetica naturale. Per fortuna, ultimamente il latte d’asina sta avendo successo grazie all’ampia informazione che se ne sta facendo. Anni fa lo conoscevano davvero in pochi, soprattutto qui nella bergamasca.

 

Il prodotto di punta è rappresentato sicuramente dai formaggi, per via delle difficoltà legate alla loro produzione. E poi viviamo nella valle dei formaggi e quello con latte d’asina ancora mancava… Dovevamo rimediare! Bergamo è diventata Città Creativa dell’Unesco per la Gastronomia 2019 proprio grazie ai formaggi. È la provincia con il maggior numero di DOP, ben 9. Inoltre ci sono diversi presidi Slow Food.

 

 

E in campo cosmetico?

 

Il latte d’asina vanta infinite proprietà per la pelle, protettive e curative.

A partire da questo, abbiamo realizzato le nostre linee cosmetiche 100% naturali fino ad arrivare a utilizzare ingredienti bio e con più del 50% di latte d’asina contenuto, che è una percentuale veramente molto alta.

Il latte d’asina poi è usato anche per chi ha problematiche più serie come dermatiti e psoriasi.

 

 

Curiosità: ma i vostri asini si comportano bene?

 

Contrariamente a quanto si dice, devo precisare che sono animali molto intelligenti e molto docili; con i bambini poi sono estremamente affettuosi. Avere un asinello è come avere un cane, anzi forse meglio: per esempio, non abbaia!!

 

Chiara Caprettini

chiaracaprettini@nordfoodovestest.it