L’ORO ROSSO SULLA TAVOLA

É proprio lui, il pomodoro, tondeggiante o allungato, sodo e saporito.
Fresco a pezzettini o cotto, grigliato o ripieno, oppure ridotto a passata, lo troviamo ormai tutto l’anno, in diverse varietà, anche se in realtà si tratta di un ortaggio estivo.  Nelle altre stagioni si ricorre ai prodotti di serra o d’importazione.

 

 

 

 

Il Belmonte è una particolare tipologia di pomodoro abbastanza grande, tondo e costoluto con pochissimi semi, buono sia in salse sia in insalate.

 

Il pomodoro ciliegino cresce in grappoli ed è di un rosso brillante con un sapore zuccherino molto buono tant’è che viene comunemente usato crudo, a pezzettini, in insalate o sulle bruschette. Anche il pomodoro Datterino cresce in grappoli con tantissimi frutti piccoli e allungati , disposti a spina di pesce. Ha un sapore più dolce del ciliegino e una polpa soda. Si usa crudo e cotto.

 

Il Cuore di bue è chiamato così per la sua forma, grossa e costoluta. Ha un sapore delicato, dolce, non molto acido. La  polpa è farinosa tant’è che viene mangiato in insalata abbinato spesso alla mozzarella, per la classica caprese.

 

Il pomodoro Fragola è chiamato così perché la sua forma ricorda il frutto rosso, è allungato e può essere raccolto sia a grappoli sia singolarmente. È molto sodo e infatti si spacca difficilmente e per questo viene usato spesso cotto, in sughi con pezzetti interi.

 

Il San Marzano dell’agro sarnese-nocerino è una varietà campana di pomodoro, certificata,  a denominazione d’origine protetta   Ha una forma allungata e un colore che va dal verde scuro al rosso  ed è considerato da molti chef come uno dei migliori pomodori per realizzare il concentrato. Particolarmente adatto per preparare pelati e conserve.

 

Il pomodoro Montecarlo ha una forma tonda e un colore che vira da verde chiaro a rosso acceso, quando è maturo, usato per preparazioni culinarie che prevedono l’uso del forno, perché è molto sodo e non si sfalda, mentre il Beef master, conosciuto anche come “pomodoro bistecca” è molto grande ed ha un sapore intenso tant’è che viene prevalentemente essiccato e poi mangiato crudo.

 

In realtà, di varietà ce ne sono tante che servirebbero molte più pagine per raccontarle tutte e allora per il momento ci fermiamo qui. Intanto non tutti sanno che l’Italia è la patria del pomodoro ed è il secondo produttore mondiale di salsa industriale fresca, preceduta solo dalla California.

 

La redazione

info@cibiexpo.it

 

Iscriviti alla nostra newsletter e resta aggiornato
sul mondo del cibo.