LE NUOVE FORME DELLE MATERIE PRIME

[vc_row][vc_column][vc_column_text]

Golositalia è finita e non so chi ancora, onestamente, abbia forza e voglia di andare a tutti gli eventi enogastronomici proposti.. Però, una cosa ci ha interessato, anche perché è un fenomeno che stiamo osservando e di cui stiamo scrivendo da qualche mese. Le nostre materie prime, e in particolare quelle afferenti al mondo agroalimentare, stanno trovando nuove forme, applicazioni e in sostanza vita.

 

 

viktor-forgacs-140589-unsplash

 

 

È il caso, ad esempio, della carne d’oca, fonte naturale di Omega 3, 6 e 9, che una piccola azienda agrituristica di Pregnana Milanese (MI) ha pensato  di trasformare in base per prodotti di cosmetica. Scoprite qui qualcosa in più: www.quackitalia.com 

E, lo sapete di sicuro, dei prodotti alimentari – e noi aggiungiamo terapeutici e ricreativi – preparati con la canapa. Partendo dai semi di questa antica pianta, di cui l’Italia negli anni ’50 è stata il maggior produttore al mondo, si ottengono farina e olio che vengono utilizzati per la realizzazione di una moltitudine di prodotti diversi. E poi birre aromatizzate alla canapa, tisane, rivisitazione di prodotti da forno tradizionali come frollini, schiacciatine e torte, arrivando fino alla pasta e alle gallette con mais, riso e quinoa.  Noi di CiBi avevamo intervistato, mesi fa, Salute Sativa (AT) e avevamo scoperto molte cose interessanti.

 

 

[/vc_column_text][/vc_column][vc_column width=”1/6″][/vc_column][/vc_row]