LA MICA

Piacere, sono la Mica. No, non “l’Amica”, la MICA! Non mi conoscete? Sono un prodotto di antica tradizione tipico della Val di Susa, in Piemonte. Sono un bel salame di suino e lardo dalla grana medio-grossa ed ho una forma circolare di circa 15-16 cm di diametro e 5 cm di spessore. La mia pezzatura media è di 800-900 grammi. La mia forma deriva dal fatto che un tempo si utilizzavano i contenitori in legno delle tomette di formaggio per produrmi.

 

 

 

 

Oggi usano stampi in acciaio inox ma è stata mantenuta la mia originale forma. Mi pressano a mano e poi mi rivoltano una o due volte. Il mio impasto così formato è passato in un contenitore con pepe macinato e poi in farina di segale per due o tre volte, finché lo strato di pepe e farina non raggiunge i 2-3 millimetri. Mi girano poi una volta al giorno per 7-8 giorni. Infine mi mettono al fresco in una cella a 3-7°C per almeno quaranta giorni. In queste condizioni, se mi hanno ben coperto con la mia tipica panatura, mi conservo anche 7-8 mesi.

 

E anche se mi dovessi scurire un po’ all’esterno è sufficiente strofinarmi un po’ e sarò pronta per essere gustata! La mia particolarità è proprio l’assenza del budello, sostituito dalla panatura di farina di mais e segale, erbe e spezie, che mi ha reso meno cara e per questo sono diventata molto diffusa e apprezzata! Mettetemi su di un tagliere, tagliatemi a mo’ di torta e godetevi la mia prelibatezza con gli amici e un buon bicchiere di Avanà, tipico vitigno rosso autoctono della Val di Susa!

 

Margherita La Francesca

lafrancesca.m@gmail.com