LA FRIGGITRICE AD ARIA

Vi presentiamo la macchina che ha reso possibile la frittura (quasi) senza olio per piatti ecologici, gustosi e più sani. La frittura è senza dubbio il metodo di cottura più ghiotto: ogni cibo, che si tratti di dolce o di salato, passato nell’olio bollente diventa immediatamente irresistibile. Quella patina croccante che si crea intorno a un ingrediente, unita a un interno così morbido, è talmente amata da tutti che i più grandi chef da sempre si sfidano nella realizzazione della frittura perfetta e che ogni Paese al mondo ha un piatto dorato tipico che lo caratterizza.

 

 

 

 

Tuttavia, il risvolto dell’appagamento del gusto è quell’immediato senso di colpa che lascia dopo aver mangiato, proprio perché siamo tutti consapevoli del fatto che non sia l’ideale per una dieta sana ed equilibrata. Il suo problema, infatti, è quello di richiedere alte temperature e abbondanti quantità di olio che gli alimenti tendono ad assorbire, di certo non senza una serie di implicazioni gravi per la salute. Ma una vita senza fritti sarebbe davvero impensabile; ecco perché oggi vi proponiamo un’alternativa: la friggitrice ad aria, una macchina che permette di ottenere risultati simili alla friggitrice classica ma con metodi molto più sani ed ecologici.

 

Funziona grazie a una speciale camera di cottura, in cui l’aria circola in maniera così veloce da raggiungere temperature molto elevate, addirittura vicine ai 200 gradi. Un po’ di olio sarà comunque necessario, ma in questo caso ne basterà solo un cucchiaio perché il vero protagonista sarà l’aria caldissima che, circondando gli ingredienti, li cuocerà uniformemente in pochissimi minuti, lasciandoli croccanti fuori e morbidi all’interno. Con questo sistema può essere fritto ogni alimento, dalle classiche patatine e cotolette fino a verdure, crostacei e dolci.

 

Un’altra caratteristica è la sua flessibilità, proprio perché la friggitrice ad aria può essere usata per diverse preparazioni: è infatti in grado anche di grigliare, arrostire o semplicemente scaldare gli alimenti già cotti, riuscendo a mantenere del tutto intatte le loro proprietà e senza produrre cattivi odori.

 

Per concludere, possiamo dire che questo elettrodomestico è ormai diventato un sostegno talmente importante in cucina che in commercio ne esistono già moltissimi modelli, proprio per soddisfare le esigenze di tutti, degli chef provetti ma anche di chi è alle prime armi: sarà quindi molto importante scegliere il tipo più adatto alle vostre necessità.

 

Carolina Cusumano

carolinacusumano@hotmail.com