#IORESTOACASA

Marine Stewardship Council, organizzazione internazionale non-profit che lavora per promuovere la pesca sostenibile in Italia e nel mondo attraverso un rigoroso programma di certificazione ed etichettatura, anche in questo periodo vuole sensibilizzare le persone a fare scelte di consumo consapevole e responsabile. Infatti, anche durante la quarantena, i prodotti ittici con il marchio blu MSC sulla confezione, indice di sostenibilità e di pratiche di pesca che rispettano il mare, sono facilmente reperibili nei supermercati.

 

 

 

 

Ma c’è di più: la eco-blogger Lisa Casali, ambassador di MSC, ha creato una ricetta semplice e veloce con il pesce certificato MSC Pesca Sostenibile: i nidi di tagliatelle con merluzzo, asparagi e pinoli.

 

«L’idea – racconta Lisa Casali – è realizzare un primo piatto semplice e primaverile, con ingredienti antispreco. Il merluzzo è il componente che più lo caratterizza ed è importante sia certificato MSC per avere garanzie sulla sostenibilità della pesca. Il merluzzo rende ricco questo primo, con carni dal gusto delicato e senza spine. Gli altri ingredienti sono i gambi degli asparagi, la parte verde del cipollotto e la scorza del limone: tutte parti che di solito buttiamo via e che in questo piatto valorizziamo al massimo.»

 

 

Ingredienti per 4 persone

 

– 8 nidi di tagliatelle all’uovo secche

– 300 g di filetti di merluzzo MSC decongelati

– i gambi di un mazzo di asparagi (250 g circa)

– la parte verde di 1 cipollotto (100 g circa)

– 60 g di pinoli sgusciati

– olio extravergine

– mezzo limone biologico

– mezzo bicchiere di vino bianco

– sale e pepe

 

 

Preparazione

 

Tostate i pinoli in una larga padella antiaderente e metteteli poi da parte. Affettate finemente la parte verde del cipollotto, quindi fatela rosolare in padella con due cucchiai di olio. Pelate i gambi degli asparagi con un pelapatate, affettateli finemente e uniteli ai cipollotti. Fate cuocere per 5 minuti circa e aggiungete il merluzzo tagliato a cubetti.

 

Dopo aver rosolato qualche minuto, sfumate con il vino bianco a fiamma alta; quando il liquido sarà evaporato, spegnete e unite il succo di limone. In una pentola portate a ebollizione l’acqua per la pasta, salate e cuocete i nidi di tagliatelle per il tempo indicato. Quando saranno cotti, scolate e saltate qualche minuto con il condimento.

 

Suddividete nei piatti da portata e completate con un filo d’olio a crudo, i pinoli, una grattugiata di limone e una macinata di pepe.

 

Maria Chiara Salvanelli

mariachiara@salvanelli.it

 

Iscriviti alla nostra newsletter e resta aggiornato
sul mondo del cibo.