IN ESTATE IL FARMACISTA NON VA AL MARE

A farla da protagonisti sono i sali minerali, gli articoli più richiesti perché aiutano a contrastare la spossatezza provocata dall’afa di questi mesi torridi.

 

 

Cellulosa microcristallina, potassio e magnesio citrato, antiagglomeranti. Questi non sono, come si potrebbe pensare, gli ingredienti di una strana pozione, ma semplicemente i componenti di prodotti adatti a combattere la stanchezza di questa calda estate arrivata in anticipo.   

Il magnesio, ad esempio, supporta il normale metabolismo energetico e contribuisce a ridurre l’affaticamento e la debolezza, mantenendo l’equilibrio elettrolitico dell’organismo. Il potassio, invece, rinforza la normale funzione muscolare e asseconda il mantenimento di una regolare pressione sanguigna.

Ma che cos’è l’equilibrio elettrolitico, al quale abbiamo accennato e che probabilmente avete già sentito nominare? Ve lo spieghiamo in poche righe, prima di continuare l’elenco dei prodotti più richiesti e dei loro effetti.

L’acqua è il principale costituente del corpo umano. Il 60% del peso del nostro corpo si deve a lei, il liquido (solvente) in cui avvengono tutte le principali reazioni biochimiche indispensabili per la vita e sono disciolte varie altre sostanze: soluti organici e inorganici. Tra queste, gli elettroliti, minerali presenti nei liquidi fisiologici intra e extracellulari come il sangue, le urine e altri, sotto forma di ioni positivi o cationi –principalmente sodio, potassio, calcio e magnesio – e di ioni negativi o anioni – soprattutto cloruri, bicarbonati e fosfati – importanti poiché responsabili degli impulsi muscolari e nervosi, dell’assorbimento delle sostanze nutritive, dell’eliminazione dei prodotti di scarto, della stabilità dei livelli di acidità (pH) del sangue, della pressione arteriosa e di altri complessi fenomeni. Normalmente, si assumono in quantità sufficiente attraverso il cibo e l’acqua, ma in ragione di una scorretta alimentazione, oppure della disidratazione, di un eccesso di liquidi nel corpo, o di specifiche malattie, la loro concentrazione nel sangue può disequilibrarsi e causare dei problemi. Ecco perché quindi, come si diceva, col caldo tutti corrono a comprare sali minerali di ogni tipo.

 

Oltre ai sali c’è di più

Un altro prodotto molto richiesto in questo periodo sono i fermenti lattici. Grandi amici del nostro intestino, servono a rafforzare le difese immunitarie. Un consiglio per il benessere generale del nostro organismo è quello di assumerli tutto l’anno, in particolare durante le terapie farmacologiche e antibiotiche. In estate, in vista di viaggi che possono comportare il cambiamento delle nostre abitudini alimentari, è obbligatorio riporli in valigia.

Ma, finalmente, dopo due anni di tamponi, mascherine e igienizzanti, tornano a suscitare attenzione in farmacia anche altri articoli.

Sul podio dei più richiesti abbiamo i colliri, non solo antistaminici per curare le fastidiose allergie stagionali, ma soprattutto idratanti. Questo fatto merita particolare considerazione: i consumatori tendono a prendersi scarsa cura degli occhi, che sono invece un organo particolarmente delicato. L’aumento della vendita di colliri a base di acido ialuronico fa pensare a un’inversione di tendenza e a una maggior attenzione alla loro protezione, soprattutto d’estate e in particolare al mare.

Non c’è bisogno di dire che a giugno inizia la corsa al solare. Packaging e offerte accattivanti, vetrine con sabbia, secchielli e claim frivoli richiamano i soggetti pronti a onorare il rito irrinunciabile di un’estate al mare, ma attirano anche, giustamente, l’interesse di chi rimane in città. I raggi UV sono nemici della nostra pelle e possono essere causa d’invecchiamento cutaneo precoce e, soprattutto, di melanomi e di altre patologie particolarmente pericolose. Occorre perciò proteggere le pelli più sensibili con protezioni solari che non scendano sotto un SPF30 (SPF è l’acronimo di Sun Protection Factor, ndr).

Per coloro che sono assillati dall’imperativo di non invecchiare, sono sempre più presenti sul mercato oli e creme solari che, oltre alla protezione, sono dotati di un vero e proprio effetto antirughe.

Non mancano poi all’appello, tra i prodotti più venduti nei mesi estivi, gli spray antizanzare, che attenuano il fastidio delle punture di questi insetti molesti.

Fastidio, che è curioso saperlo, non è dovuto direttamente alla zanzara, che succhia il sangue anestetizzandoci con la saliva, ma al nostro corpo, che, per difendersi dalla puntura dell’estraneo, rilascia istamina, sostanza che dilata i vasi sanguinei e che, concentrandosi nel punto in cui viene richiamata, produce il prurito che tutti conosciamo.

In ultimo, abbiamo rilevato un timido aumento della richiesta dei rossetti, rigorosamente nichel free, senza parabeni e conservanti. Potrebbe sembrare un appunto frivolo e senza alcuna importanza, ma in un periodo di drammatiche pandemie e di inquietanti chiusure sociali, anche questo modesto riscontro può diventare un segnale di ripresa della vita comunitaria e un indizio di nuova speranza.

 

Alessandra Pasquali  e Marta Pietroboni

alesquali@live.it

marta.pietroboni@cibiexpo.it

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

 

Iscriviti alla nostra newsletter e resta aggiornato
sul mondo del cibo.