IL SALE EI SUOI 14.000 USI

[vc_row][vc_column][vc_column_text]

In questi giorni il corriere online ha ripreso un articolo uscito a marzo sul blog treedom, relativo agli usi del sale, in cucina e non. Il blog aveva fatto il bel lavoro di tradurre alcuni delle 14.000 utilizzi possibili descritti dall’istituto del sale, una realtà nord americana interessantissima e, per chiunque conosca l’inglese, assolutamente da consultare, www.saltinstitute.org

 

 

sale

 

 

Qualche esempio?

 

Il sale nell’acqua non la manda in ebollizione più velocemente, ma la fa bollire a una temperatura più alta, riducendo quindi, i tempi di cottura.

Due cucchiaini di sale in una tazza d’acqua sono strumento perfetto per testare la freschezza delle uova: messo nell’acqua e sale un uovo fresco affonda, un uovo vecchio galleggia, perché la cella d’aria in un uovo aumenta con l’invecchiamento.

Un panno inumidito con acqua salata, se avvolto attorno ad un formaggio prima di metterlo in frigo ne previene la muffa.

Allevia ascessi e altre piaghe della bocca, il dolore delle punture d’ape

ed è ottimo per fare massaggi esfolianti.

 

 

Altri?

 

Se cospargerete di sale porte e davanzali vi libererete di peregrinazioni casalinghe di formiche;

se immergerete candele nuove in soluzioni saline per alcune ore, asciugandole poi bene, non goccioleranno tanto quando le accenderete;

se aggiungerete un pizzico di sale all’acqua nei vasi dei fiori, li manterrete freschi;

se laverete tende colorate o tappeti in fibra (lavabili) in una soluzione di acqua salata ne illuminerete i colori.

 

 

E ricordatevi:

 

un mix di acqua salata e soda è perfetto per deodorare l’interno dei frigoriferi, e un bel modo per tenere detergenti chimici lontano dal cibo!

 

 

[/vc_column_text][/vc_column][vc_column width=”1/6″][/vc_column][/vc_row]