ABBUFFATE? ECCO IL RIMEDIO

[vc_row][vc_column][vc_column_text]

“Basta, da domani mi metto a dieta!”… è l’effetto del senso di colpa post-abbuffata. Ma attenzione: un no secco alle diete “bruciachili” improvvisate che appesantiscono il disagio del fisico già provato da eccessi e disordini alimentari. Occorre un programma graduale, che abbini una dieta leggera a un giusto livello di attività fisica.

 

 

Abbuffate

 

 

È inevitabile: a tavola, l’atmosfera delle feste finisce sempre per avere il sopravvento sui buoni propositi di moderazione ed equilibrio. Ma pranzi e cenoni lasciano il segno, e quel paio di chili in più che ci si ritrova addosso, non sono altro che il segnale di un disagio più profondo dell’organismo. Il vero problema, infatti, non è rimuovere il grasso di troppo, ma riportare il fisico in piena efficienza ed eliminare quel senso di gonfiore e pesantezza (spesso accompagnati da difficoltà di digestione) che sono l’eredità peggiore delle vacanze natalizie. La ricetta per tornare rapidamente in forma è semplice e non richiede grossi sacrifici. Tre le parole d’ordine da tenere presenti: regolarità, varietà, moderazione.

 

 

Regolarità

 

Al di là degli eccessi di Natale e Capodanno, la causa dei chili di troppo è di tutto il disordine alimentare che caratterizza il periodo delle feste: ritmi irregolari, pasti leggeri alternati ad altri troppo abbondanti, scarsa attività fisica…Per iniziare bene l’anno nuovo si deve riacquistare uno stile di vita regolare: colazione (abbondante), pranzo, cena e una merenda leggera pomeridiana, niente snack e fuoripasto! Si aiuta così il fisico a mantenere più costante la produzione di insulina, non si affatica l’apparato digerente e si facilita la regolazione ormonale dei centri dell’appetito e della sazietà.

 

 

Varietà

 

Senza escludere a priori alcuna categoria di cibi, conviene puntare su alimenti di facile digestione, a moderato contenuto calorico, preparandoli senza aggiunta di grassi. I farinacei (pasta, pane, riso…) vanno un po’ ridotti, ma consumarli una volta al giorno rimane indispensabile per un corretto equilibrio nutritivo. È necessario poi mangiare molta frutta e verdura, preziose anche per depurare l’organismo, mentre, per quanto riguarda le proteine, vale la pena di puntare sul pesce, alternandolo con le carni bianche più magre.

 

 

pescecrudo

 

 

tzatziki

 

 

Moderazione

 

Per eliminare i chili di troppo bisogna consumare più calorie di quante se ne introducono con il cibo. In pratica, occorre ridurre le porzioni. Di quanto? Non c’è bisogno di mettersi a pesare tutto: per pasta riso, carne e pesce, basta ridurre a occhio di un terzo le normali porzioni.

 

 

Gli alimenti su cui puntare

 

• radicchio, finocchio, sedano, zucca, cavoli. Danno pochissime calorie e saziano molto
• arance, pompelmo, ananas. Restituiscono il tono all’organismo e facilitano il dimagrimento
• cereali integrali. Regolarizzano la glicemia
• sogliola, rana pescatrice, orata, branzino, trota. Estremamente digeribili, forniscono proteine di alta qualità
• tacchino, pollo, vitello. Garantiscono un buon apporto di ferro e di proteine, senza innalzare la quota dei grassi
• acqua. Berne molta in questo periodo Aiuta a smaltire le scorie del dimagrimento

 

 

cavolfiore

 

 

Gli alimenti da moderare

 

• grassi di condimento. Sono ammessi 20 g al giorno di olio extravergine
• salumi. Se proprio non si può farne a meno, puntare su bresaola e prosciutto magro
• cioccolato, caramelle e dolciumi in genere. Sono permessi solo i biscotti al mattino e un cucchiaino di miele nello yogurt.
• formaggi in genere. Sono particolarmente ricchi di grassi. È concessa un po’ di ricotta vaccina
• vino, birra. Per una quindicina di giorni sarebbero proprio da eliminare tutti gli alcolici e, a maggior ragione i superalcolici (liquori, amari e distillati).

 

 

gorgonzola

 

 

Un giorno d’esempio

 

La colazione: yogurt magro con cereali integrali e un cucchiaino di miele
Il pranzo: finocchi e sedano in insalata, riso con la zucca, macedonia di agrumi
La merenda: due fette di ananas
La cena: orata in crosta di sale, radicchio alla piastra, due fette di pane integrale

 

 

dietapesce

 

 

[/vc_column_text][/vc_column][vc_column width=”1/6″][/vc_column][/vc_row]