CALZONCELLI DI CASTAGNE

calzoncelli di castagne

Leccornia lucana tipica del periodo natalizio.

 I “cauzncidd”, fatti con pasta sfoglia all’uovo fritta, sono chiusi come ravioli e ripieni di crema di castagne. Esiste anche una versione con interno di ceci. Vediamo insieme come prepararli.

 

 

 

Ingredienti (circa 24 calzoncelli)

Per l’impasto:

– 400 g di farina di grano duro

– 2 uova

– ½ cucchiaino di olio extravergine d’oliva

 

Per il ripieno:

– 500 g di castagne

– 100 g di miele

– 2 uova

– 1 cucchiaio di cacao amaro

– 1 cucchiaio di zucchero

– ½ cucchiaino di rum

 

Per friggere:

– olio extravergine d’oliva

 

Per decorare:

– zucchero a velo

– miele

 

Preparazione

Versare sulla spianatoia la farina e iniziare a impastare, aggiungendo le uova e il cucchiaino d’olio, fino a ottenere un impasto liscio e omogeneo. Lasciare riposare per circa 30 minuti. In una pentola dai bordi alti lessare le castagne con acqua e sale. Volendo, si può aromatizzare l’acqua con una foglia d’alloro. Una volta cotte, scolarle e rimuovere la buccia. Lasciarle raffreddare e passarle nello schiacciapatate riducendole a purea. Aggiungere quindi le uova, il miele, il rum, lo zucchero e infine il cacao amaro, che servirà soprattutto per dare una colorazione marrone all’impasto. Con l’aiuto di un matterello, stendere la pasta, non troppo sottile altrimenti non regge il ripieno; lo spessore deve essere di circa 2-3 mm. Se avete in casa una sfogliatrice, vi consigliamo di utilizzarla. Iniziare a preparare i calzoncelli. Lasciare libera una striscia di circa 4 cm a partire dal bordo della sfoglia, posizionare sul resto della pasta tanti mucchietti d’impasto quanti sono i ravioli che si vogliono fare e ricoprirli piegando la parte della sfoglia lasciata libera in precedenza. Tagliare e sigillare i bordi. Si dà forma così ai nostri calzoncelli che, a questo punto, sono pronti per essere fritti in abbondante olio ben caldo fino a completa doratura. Scolare con una schiumarola e poggiarli su carta assorbente. Una volta raffreddati, spolverizzarli con zucchero a velo e miele.

Giovanni Romano e Matteo Scirpoli

Fondatori di GeoFood

geofoodadvisor@gmail.com

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

 

Iscriviti alla nostra newsletter e resta aggiornato
sul mondo del cibo.