BUNDT CAKES – LE ANTICHE CIAMBELLE

48 ricette di torte che affondano le loro radici negli anni ’50 e sono perfette per ogni occasione, dalla colazione alla cena di Natale

 

BUNDTCAKES

 

Il loro nome deriva dal termine tedesco Bund che significa letteralmente comunità.
Una torta che quindi si sposa benissimo con il periodo natalizio, ricco di momenti di condivisione e riunione tra parenti e amici. La scelta ideale da condividere con coloro ai quali si vuole bene.

La storia racconta che David Dalquist, un ingegnere della marina americana, inventò uno stampo in alluminio che riscosse un enorme successo quando la signora Ella Helfrich decise di utilizzarlo per la sua Tunnel of Fudge Cake, che le valse il secondo posto nella competizione Bake-Off a Pillsbury, California.

Questo primo esperimento segnò la svolta nella diffusione di questo stampo: oggi più di 70 milioni di famiglie americane lo possiedono e il suo utilizzo si è ormai diffuso in tutto il mondo essendo ormai presente nelle case anche di tutti gli italiani.

Nel libro, sono presenti le ricette di moltissime varianti di Bundt Cakes: vegetariane, senza glutine e salate, dalla pasta al pane, ognuna spiegata in maniera chiara e semplice grazie anche alla presenza di numerose bellissime fotografie. Non manca ovviamente l’originale Tunnel of Fudge del 1966.

Sinossi tratta dal Comunicato Stampa

di Monica Zacchia, Francesca Caprino, ed. iFood, Terni 2017

 

 

Articolo pubblicato il 25-01-2018
articoli correlati